Autore

Condividi

La Necropoli di Sopraripa - Sovana

Indirizzo e numero civico Loc. Sopraripa
Città Sovana - Sorano (GR)

Nella necropoli di Sopraripa sono presenti vari tipi di sepolture usate per un lungo periodo di tempo tra il VII-VI e il III-II secolo a. C. Le più antiche, che risalgono all'epoca arcaica son le prime che si incontrano e sono del tipo a camera, le tombe a semidado e falsodado, ricavate direttamente dalla parete tufacea, sono invece datate attorno alla seconda metà del III sec.a.C. l'ultima tomba presente nel percorso è quella a edicola della Sirena. 

Nella tombe a dado, sulla facciata, è riprodotta una falsa porta che conduceva al mondo ultraterreno, nel centro della falsa porta sono presenti le iscrizioni etrusca che indicano il proprietario. Il dado è sormontato dall'ara porta cippi, un elemento parallelepipedo più piccolo, a cui si accedeva tramite due rampe di scale molto ripide poste ai lati del monumento funebre. Le tombe presentano un corridoio (dromos) che conduce alla camera sepolcrale a pianta rettangolare e dotata di banchine per la deposizione dei corredi.

Via Cava di San Sebastiano

Le alte pareti di roccia vulcanica, che superano i 25 metri di altezza, rendono la via Cava di San Sebastiano una tra le più suggestive. Di origine etrusca, la via collegava Sovana alle località di Tollena, Piancostanzi e Poggio San Pietro, risalendo la valle del Folonia e della Calesine, fino alla vallata del Fiora. Nella parte superiore delle pareti sono visibili sepolture arcaiche. Purtroppo, oggi, la via Cava è inagibile a causa delle frequenti frane.

Mappa

Risorse nelle vicinanze...loading